Non muoiono le api copertina

Non muoiono le api

Natalia Guerrieri
Le epidemie hanno portato le persone a isolarsi sempre di più. Chiusi in casa, i contatti umani sono ormai ridotti al minimo. Ognuno lavora dal proprio Phone, comodamente sul divano, quasi ininterrottamente. Tutto ciò di cui si possa aver bisogno si trova su Nuvola. È possibile ordinare qualunque cosa e in breve arriverà un fattorino alla porta di casa a consegnarlo. Le Company hanno in mano l’intero Paese, il benessere dipende interamente da loro. Le vite di tutti sono alla mercé di Nuvola.

Introduzione

Dopo aver avuto il piacere di conoscere Moscabianca Edizioni, ho praticamente acquistato tre quarti del loro catalogo.
Non muoiono le api è l’ultimo libro pubblicato ed ha subito riscosso grande successo. Il tema trattato è estremamente attuale e quindi mi sono ritrovata a immergermi tra le pagine.

Recensione

Natalia Guerrieri ha colto perfettamente ciò che la pandemia dell’anno scorso ci ha portato e ci ha tolto. Ha preso tutte le sensazioni, le paure, le ha impastate e ha tirato fuori un bellissimo libro.
In Non muoiono le api ci sono tre voci narranti, ognuna identificata con un diverso animale a inizio capitolo. Abbiamo la piccola Andrea, una bambina di 5 anni forte come una Tigre; Anna, la mamma di Andrea, forte e resistente come un Coccodrillo, cerca di fare qualsiasi cosa per garantire a sua figlia la vita migliore che può; Leonard, grosso come un Orso, figlio di un senatore, non gli manca niente, o forse gli manca la cosa più importante: l’amore.
Tutte e tre le linee narrative portano avanti storie davvero interessanti e toccanti, ognuna con le sue difficoltà. Mi ha colpita molto lo stile unico di ogni voce, in particolare quella di Andrea. Scritta con la semplicità caratteristica dei bambini, un po’ sgrammaticata, ma mai infantile. Riuscivo a sentire la voce della bimba mentre scorrevo le righe e questo mi ha emozionato davvero molto.

Già dai primi capitoli, si intravede una società che non ho trovato poi così differente dalla nostra. Una serie di epidemie hanno portato le persone a rinchiudersi nelle loro case, indossano maschere quando escono all’esterno e fuggono dai contatti umani. I più fortunati lavorano da casa grazie al Phone, dal quale dipende tutto: la casa, gli elettrodomestici, l’auto. Ogni cosa viene gestita da Nuvola, e la vita di tutti è online. Nuvola viene a sua volta gestita dalle Company, che propinano pubblicità di qualsiasi tipo.
L’equilibrio si rompe quando Nuvola viene hackerata e vengono trasmessi video di attentati, persone che vengono decapitate, bambini imprigionati. La popolazione è nel panico, Nuvola viene spenta e chiunque si trova perso. La vita sembra finire così.

La storia è davvero coinvolgente, ogni personaggio è interessante e ad ognuno non ho potuto fare a meno di affezionarmi. Cambiano, evolvono per affrontare situazioni sempre più difficili e saranno messi alla prova in una società distrutta e in cui dominano paura e diffidenza. Stare uniti è l’unica forza che hanno.

Leggere le pagine di questo libro mi è sembrato un po’ come vedere nel prossimo futuro. Un futuro in cui saremo sempre più isolati, in cui perderemo l’umanità, e vederlo scritto mi ha davvero colpito forte. Soprattutto visto l’ultimo anno e mezzo che abbiamo vissuto in piena Pandemia. Spero che chi legga questo libro capisca quanto siano i contatti umani, l’amore per un figlio, un genitore, o un amante, a dare valore e forza a ciò che siamo. Vi invito a leggerlo e ad immergervi nella storia di Andrea, Anna e Leonard. Sono sicura che non ve ne pentirete.

Concludendo…

Non muoiono le api mi è piaciuto tantissimo, si divora in pochissimo tempo. Natalia Guerrieri è stata bravissima a dare una voce unica ad ogni personaggio e lo ha fatto con semplicità. Non c’è stato un singolo momento in cui mi sono annoiata, nonostante la storia non raggiunga mai un vero e proprio apice. Mi sono ritrovata comunque a commuovermi leggendo le ultime pagine. Un bellissimo esordio.

Voto

4/5

Questo articolo ti è piaciuto?

Premi una stellina per votare!

0 / 5. Totale voti: 0

Se questo articolo ti è piaciuto...

Seguici sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.