Oggi per noi è un giorno importante. Niente meno che sette anni fa ci siamo conosciute, e da quel giorno nulla ci ha separato.
La nostra amicizia ha avuto un inizio un po’ inusuale. Al tempo entrambe partecipavamo a un concorso di scrittura on-line indetto dalla Rai: Melt-a-plot. Si trattava di scrivere storie collaborative, proseguire le diramazioni delle storie più interessanti e arrivare tra i finalisti più votati.
Durante questo concorso ci notammo a vicenda, proseguivamo l’una le storie dell’altra senza sapere chi fossimo e alla fine ci siamo contattate.

Per alcuni gli amici sono la famiglia che ci scegliamo e così è stato per noi. Un legame che è nato spontaneo e nel tempo si è solo consolidato.

Ci siamo conosciute online, chattando su Facebook per i primi due anni. Parlavamo di tutto ciò che ci passava per la mente, e scoprimmo che avevamo ogni cosa in comune! La scrittura ci aveva avvicinato, ma tutte le altre nostre passioni ci unirono ancora di più. Con il tempo, non passava un giorno senza sentirci e molto presto siamo diventate l’una l’ancora dell’altra.

Ora, nessuno si sarebbe aspettato che da dei presupposti così deboli sarebbe nata un’amicizia duratura. Insomma, due ragazzine lontane 500km che non possono uscire insieme la sera, non possono fare i pigiama party, andare al cinema o fare shopping insieme. Era fuori discussione frequentarsi come tutti gli adolescenti che uscivano e si divertivano con gli amici, ma eravamo così legate che quella distanza geografica non ci importava più di tanto. Dopo circa un annetto, tutti i nostri amici e le nostre famiglie sapevano dell’altra anche senza aver mai parlato con noi. Facevamo parte l’una della vita dell’altra.

Ed è dopo ben TRE anni che ci siamo viste per la prima volta alla Reggia di Caserta.

Una gioia immensa.

Il primo incontro era pieno di eccitazione e curiosità, ma anche anche di paura. Dopo tre anni passati a chattare con una persona si tende a idealizzarla un po’, e si ha paura di deludere le aspettative.

E se non fossimo state poi così compatibili? Se quel castello di idee e passioni comuni fosse fatto di carte che volano via con il vento?

Per fortuna non accadde.

Per vari motivi, passammo insieme solo mezza giornata, ma fu fantastica. Ci divertimmo tantissimo! E quella fu solo la prima delle tante volte che siamo state insieme e ci sia mo divertite.

In questi sette anni non abbiamo mai litigato, siamo state sempre l’una accanto all’altra. Insieme abbiamo capito che quella che si definisce vera amicizia non è essere eternamente l’una dalla parte dell’altra, non è assecondarla in tutto. L’amicizia è dirsi quando sbagli, quando hai fatto una cavolata anche colossale, ma alla fine esserci sempre accanto. Darsi consigli sinceri e impegnarsi a non far soffrire l’altra. Essere sinceramente felici dei successi della tua amica e desiderare altruisticamente la sua più grande felicità.

Prima del blog

L’idea di aprire una pagina ci venne già sei anni fa. Una esisteva già, Ronny Stories, curata solo da Veronica. Insieme abbiamo iniziato a collaborare da quella, chiamandola però “Ronny&Maffy stories”. Non parlavamo di libri. Anzi, non parlavamo affatto, e il progetto fu brutalmente abbandonato. Anni dopo ci riprovammo. Ormai ci eravamo evolute, e il nuovo social alla moda era Instagram. Adoravamo leggere praticamente da sempre, e di libri possiamo parlarne fino allo sfinimento quindi ci siamo dette: perché no!

New person, same old mistake (cit.)

Stavamo quasi per abbandonare anche la pagina quando abbiamo deciso che da dire ne avevamo davvero, il vero problema è che Instagram non lascia spazio alle parole, è più un social “a primo impatto”.

Così è nato il Salotto Letterario e credo che mai, da quando ci conosciamo, ci siamo impegnate tanto in qualcosa insieme.

Per carattere siamo sempre entusiaste delle novità e iniziamo decine di progetti, ma difficilmente ne portiamo a termine uno. Questo invece si sta rivelando pieno di soddisfazioni, ogni commento che riceviamo è una festa, ci confrontiamo su idee nuove e sistemiamo le vecchie. Insomma, ringraziamo anche voi se il Salotto Letterario esiste, se continuiamo a dedicarci ad ogni post con estrema dedizione.

La nostra è un’amicizia che va oltre lo schermo. E adesso che siamo riuscite a superare anche i vostri schermi speriamo di portarvi un po’ della nostra allegria, dei nostri progetti e idee.

Buoni propositi

Per adesso lavoriamo principalmente su tre categorie: le recensioni dei libri che leggiamo, del Bullet Journal che teniamo da anni, del self-love e le sue pratiche che tanto abbiamo ricercato e sperimentato negli anni in prima persona.

Stiamo lavorando sull’ampliare queste categorie per inserirne di nuove e interessanti entro il prossimo anno. Se volete restare aggiornati potete iscrivervi alla nostra Newsletter o seguire la pagina Instagram del Salotto.

Questo articolo ti è piaciuto?

Premi una stellina per votare!

5 / 5. Totale voti: 3

Se questo articolo ti è piaciuto...

Seguici sui social!

4 Commenti on Un’amicizia dietro lo schermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.