Case editrici indipendenti che amiamo – pt. 1

Foto di Wesley Hilario su Unsplash

Partiamo dalle basi: quali sono le Case Editrici Indipendenti?

Le CE indipendenti sono quelle che non appartengono ai grandi gruppi editoriali. In Italia i maggiori colossi sono: Mondadori-Rizzoli (Mondadori, Einaudi, Rizzoli, BUR, Pickwick, Sperling&Kupfer, Piemme, Fabbri…), DeAgostini, Feltrinelli (Feltrinelli, Gribaudo, Apogeo…), GeMS (gruppo editoriale Mauri Spagnol a cui appartengono: Longanesi, Garzanti, Vallardi, Guanda, Corbaccio, TEA, Nord, Salani, Ponte alle Grazie…), Giunti (Giunti, Bompiani, Fatatrac, Edizioni DelBorgo, Demetra, DeVecchi…).

Le Case Editrici Indipendenti spesso non arrivano in libreria grazie ai grandi distributori (Messaggerie, Mondadori, Giunti…), alcune addirittura non hanno alcun distributore, ma si occupano in autonomia di far arrivare i loro libri.

Oltre a questo ovviamente incidono anche il numero di libri pubblicati, gli introiti, il fatto che siano di dimensioni medio-piccole… ma quello che più di tutto ci cattura è la passione e la qualità dei loro prodotti. Il fatto che alcune di queste si specializzino in un determinato genere e quindi riescano davvero a tirar fuori un prodotto che altrimenti sarebbe impensabile far giungere fino a noi lettori.

E dopo questo pippozzo noioso – ma indispensabile – arriviamo al succo: quali sono quelle che abbiamo imparato ad apprezzare e amare? Quelle che ci hanno conquistato e che vogliamo consigliarvi? Eccole qui.

Moscabianca Edizioni

Di Moscabianca abbiamo ormai quasi l’intero catalogo. Sono specialisti del Weird, in ogni forma e declinazione. Dai libri, agli illustrati ai piccoli Cuspidi, ogni libro racchiude un mondo affascinante e super curato. Una delle migliori Case Editrici Indipendenti che abbiamo in Italia.

I nostri preferiti?

L’Ippocampo

I libri illustrati Ippocampo hanno un fascino incredibile, portano la bellezza in ogni forma dritta nelle nostre librerie. Dalle collezioni, ai libri di viaggio, alle sfilate di moda, all’oriente… Infatti tra i nostri preferiti ci sono i volumi di Benjamin Lacombe sul Giappone, oltre ai suoi classici illustrati (se volete qui potete leggere il nostro articolo dedicato a Storie di Fantasmi del Giappone).

Per non parlare poi dei classici MinaLima che hanno portato in Italia, volumi splendidi! Ovviamente non potevamo lasciarci sfuggire l’edizione MinaLima di Harry Potter.

Un’altra chicca che ci ha affascinate di questo editore è stato il primo volume delle Cronache dell’Acero e del Ciliegio: La maschera del No. Insomma se vi piace l’oriente date un’occhiata al catalogo di questo editore e resterete soddisfatti.

Nottetempo

Per noi una scoperta piuttosto recente, ma che ci ha rapite sin da subito, le edizioni Nottetempo sono state di una potenza narrativa clamorosa. I preferiti:

  • La cronologia dell’acqua di Lidia Yuknavitch, un libro profondo, crudo, che non lascia indifferenti.
  • Gli ultimi giorni di Brian Evenson, un romanzo capace di rapirti e portarti nei recessi del fanatismo e delle sette, in tutto ciò che c’è di corrotto nell’animo umano.

Sicuramente un editore dalle grandi promesse, e che ci ripromettiamo di conoscere più a fondo. Se avete titoli da consigliarci che avete letto e che vi hanno conquistato scrivetecelo nei commenti!


Speriamo che questo post vi sia piaciuto e vi abbia fatto scoprire nuove realtà che meritano veramente di essere diffuse il più possibile!

E voi quali Case Editrici Indipendenti conoscete? Quali amate? Fatecelo sapere con un commento, aiutateci a scoprire nuovi orizzonti!

PS. è in arrivo la parte 2!

Questo articolo ti è piaciuto?

Premi una stellina per votare!

5 / 5. Totale voti: 1

Se questo articolo ti è piaciuto...

Seguici sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.